Lo Standard attuale del Mastino Spagnolo


Aspetto generale:

cane di taglia grande, ipermetrico e mediolineo. Ben proporzionato, molto potente, muscoloso, di ossatura compatta.

Taglia:

minimo 77 cm per i maschi, 72 per le femmine. I soggetti più grandi sono maggiormente apprezzati purché complessivamente armonici.

Mantello:

pelo duro, spesso, semilungo, liscio, ripartito su tutto il corpo. Sono ammessi tutti i colori, particolarmente apprezzati i manti monocolore biondi, fulvi, rossi, neri, grigi e pezzati.

Coda:

spessa alla base, attaccata a media altezza.
Solida, morbida, ricoperta di pelo più lungo che nel resto del corpo.

standard di razza del mastino spagnolo

 

Arti posteriori:

Potenti, di forte ossatura. Cosce solide e muscolose.
Angolo coxo-femorale di circa 100°.
Garretto dritto, con la corda nettamente visibile e angolo aperto.

Orecchie:

di media grandezza, attaccate basse, cadenti, piatte e triangolari. In riposo, cadono appoggiate sulla guancia, in attenzione, si drizzano parzialmente sul loro terzo posteriore.

Piedi:

“da gatto”, leggermente ovali con dita serrate. Possibile la presenza di speroni negli arti posteriori.

Occhi:

piccoli in rapporto al cranio, scuri, a mandorla. Lo sguardo è attento, dolce, intelligente ma severo di fronte agli estranei.

Testa:

voluminosa, solida, a forma di piramide tronca. Il rapporto tra la lunghezza del cranio e quella del muso deve essere di 6 a 4. Assi cranio-facciali leggermente divergenti, cranio largo, solidi, dal profilo subconvesso. Cresta occipitale marcata. Stop poco accentuato. Muso largo, quasi rettangolare visto dall’alto. Dentatura a forbice. Il labbro superiore copre leggermente l’inferiore; commessura labiale lasca. Tartufo nero e voluminoso.

Collo:

largo, solido, muscoloso e morbido. Presenta pelle spessa e lassa e doppia giogaia.

Tronco:

rettangolare, forte e robusto. Garrese ben marcato. Dorso potente e muscoloso. Regione lombare lunga e larga; groppa solida, inclinata di 45° rispetto all’orizzontale. Linea dorsale diritta.
Petto largo e profondo con la punta dello sterno in evidenza. Linea verticale moderatamente rialzata.

Arti anteriori:

di ossatura solida, con metacarpi potenti. Spalle oblique, muscolose e più lunghe dell’avambraccio. Gomiti ben aderenti al torace. Angolo scapolo-operale di circa 100°.